Capitale umano fattore competitivo. Maurizio Aiello entra in Select Milano | Cyber Parco. Eccellenza italiana a fattor comune.

Maurizio Aiello entra nel Comitato Select Milano | Cyber Parco per contribuire all’elaborazione della strategia di sviluppo del polo della cyber security italiana. Aiello, ingegnere, ricercatore del Cnr, è il Rappresentante Nazionale Comitato SC7 “Secure Societies” Horizon 2020. “L’ingresso di Maurizio Aiello – ha commentato l’avv. Stefano Mele, presidente di Cyber Parco – aggiunge un enorme valore a questo nostro progetto comune. Le sue indiscutibili competenze e l’ampia visione internazionale fanno di Maurizio Aiello un elemento cardine per raggiungere presto l’obiettivo di far diventare Milano la capitale europea della cyber-security”.

Dopo l’annuncio della costituzione della task force governativa per Milano piazza finanziaria, continua il percorso di convergenza tra iniziative per Milano sotto la direzione di Select Milano. “Milano ha grandi opportunità di sviluppo – ha dichiarato l’avv. Bepi Pezzulli, presidente di Select Milano – l’Euroclearing, il Cyber Parco, il polo farmaceutico, il polo della ricerca e l’internazionalizzazione dell’economia metropolitana, a partire dalle università“. “La società civile organizzata – ha continuato Pezzulli – sta dando un contributo enorme al sistema-paese. L’Italia è piena di talento; il nostro capitale umano è un fattore di vantaggio competitivo. Maurizio Aiello, il rappresentante italiano presso l’Ue per i temi di cyber security, è l’ultimo in ordine di tempo ad unirsi alle iniziative per Milano. L’eccellenza italiana fa sistema per una strategia di sviluppo condivisa“.

La convergenza tra iniziative si propone di aggregare i tavoli di lavoro nei settori implicati dalla Brexit per creare un ecosistema competitivo a Milano. Cyber Parco e distretto finanziario integrano la campagna per il trasferimento dell’Ema, l’iniziativa Human Technopole e il percorso di internazionalizzazione delle università metropolitane, costruendo sinergie attorno ai 3 settori chiave dell’economia lombarda: finanza, tecnologia e scienze bio-medicali.